Riccardo Luchena - biografia
   
                                                            

 

Artista



Riccardo Luchena nasce a Soleto (Lecce) il 28 ottobre del 1958.

Esordisce giovanissimo con opere di composizione libera, ricche di soluzioni fantastiche, benchè sempre saldamente costruite su un impianto classico, per poi approdare ad opere che mostrano forti risonanze cromatiche fauve ed espressioniste a cui è tutt'ora legato.

Dopo gli studi scientifici e la successiva laurea in Medicina e Chirurgia, disciplina che attualmente esercita nel ruolo di psichiatra, si dedica con autentica passione alla pittura.

Fedele al concetto che la pittura si impara direttamente sulle opere dei grandi artisti, frequenta mostre e musei di tutto il mondo.

Nelle botteghe di artisti locali si impadronisce di varie tecniche e comincia ad esporre le sue opere ricevendo notevoli apprezzamenti da parte di pubblico e critica.

Alla fine degli anni novanta fonda l'Associazione Artistico Culturale Clitunno, operante oltre che nel campo pittorico anche in quello musicale.

All'attività pittorica, infatti, affianca da sempre quella di compositore di musica leggera, con una ricca produzione musicale.

Le sue immagini, strettamente legate alla realtà, sono connotate da un cromatismo acceso dove i colori, a tratti esasperati, sono posti sulla tela ora con pennellate agitate e materiche con chiari riferimenti alla pittura di Van Gogh e alla cultura espressionista, ora in modo fluido, suggerendo talvolta una drammatica intensa espressività o talvolta un delicato lirismo.

Bibliografia          Quotazioni          Citazioni          Video





… La pittura di Luchena si evidenzia per la sottile forza scatenata dal rapporto tra il tratto scultoreo e la dinamicità coloristica, determinando una tensione emotiva equilibrata, a volte perfino pacata. Una pittura forte che evidenzia un ardore saggio e misurato, ma pronta all’esplosione …

Salvatore Magazzini  -  2000

 

… Il colore viene trasmesso sulla tela in pennellate grumose, ricche, che costruiscono superfici sulle quali la luminosità si fa espressione pura, per trasformarsi nuovamente in colore, in un continuo turbinio di sensazioni …

Carlo De Micheli  -  1998

 

… Gestuale, fauve, fortemente emotiva definirei la pittura di Luchena: virtù del silenzio ed elogio dell’immagine…

Vittorio Sgarbi  -  2001

 

… Le soluzioni spaziali adottate da Luchena esulano da una statica costruzione geometrica della prospettiva attuando la formula di estrazione espressionista basata sull’uso concitato ed aggressivo del colore con il risultato gradevole di un felice gioco di contrasti che dona dinamismo e profondità all’immagine ...

Andrea Ruggeri  -  1998

 

… Lasciatasi alle spalle una “bildungserlebniss” che eleggeva Braque ed anche talune suggestioni fauves a modello stilistico, Riccardo Luchena ha fatto riaffiorare la frenesia be-pop occupando uno spazio tematico di cui sinceramente sentivamo una struggente nostalgia …

Gino L. Di Mitri  -  2003

 

… Luchena ha qualcosa da dire e l'ispirazione a dirlo in un modo suo, personale, che lo distingue dagli altri, che lo indica nella sua naturale individualità. Ed è una combinazione di estrema difficoltà, possibile ma improbabile data l'infinità di operatori in questo campo ...

Giovanni Talleri  -  2000

 

… Una pittura gestuale e riflessiva insieme, alla continua ricerca di un equilibrio tra violenza della sensazione e possibilità di raggiungere una nuova armonia. Ben venga la pittura di Luchena, che sia accolta come un richiamo a riprendere il dialogo con la serenità e la pace …

Aldo Riso -  2000

 

… Luchena ci riporta al quadro che fa pensare, perchè le sue opere sono frutto di pensiero, e ciò non può che far piacere …

Raffaele De Grada -  2003

 

… L’uso forte e splendente del colore e la destrezza del segno sono i soli mezzi di cui Luchena si avvale nel ritrarre la realtà che pure manipola, elabora, muta e assimila, denotando un’eccezionale capacità di osservazione …

Paolo Carli -1999

 

… Il suo far pittura è un vortice di sensazioni e pulsioni che la pongono lontana da ogni vena espressiva ornamentale, accostandola al nodo europeista dell'arte novecentesca che scava dentro la materia in una ricerca costante di una "verità biologica" …

Paolo Rizzi -  2005

 

… Il colore nella sua purezza, nella sua intensa assoluta presenza è struttura portante di tutto. Si rincorre, si fa trasparente, baldanzoso, aggressivo, tumultuoso e sciolto, intenso e vibrante, generoso e parsimonioso, denso, acceso, materico, per frantumarsi magari in mille rivoli e creare atmosfere di eccelso lirismo ...

Roberto Senna – 2000

 

… È il colore, in ogni caso, l’assoluto ed indiscusso protagonista dei quadri, ed è un colore luminoso ed estremamente vivace, nitido, immediato, in grado anche di rendere quanto mai visivi i perché dell’uomo, le attese, i suoni, i messaggi che assai spesso rimangono preda del silenzio se non si ha il coraggio di trasportarli in superficie ...

Fulvio Castellani –  2000

 

… Una pittura che sa dare equilibrio ad una gestualità impellente, che si esprime in una sintesi raffinata di pensiero ed emozione di indubbio valore creativo …

Paolo Levi -  2008

 

… Riccardo Luchena traccia una calorosa e intima poetica della distanza: le persone che condividono una musica, lo sguardo della donna sola nel quadro che scopre e seduce un utente possibile, sono esempio di questo percorso tra soggetto e relazione umana …

Alfonso Santarpia –  2000



torna su


Copyright  Riccardo  Luchena  -  1999-2014